Il momento della detergenza non è solo una scomoda necessità ma una coccola prima di coricarsi necessaria per mantenere la pelle sana e giovane.

Quante volte ti è capitato di tornare a casa tardi la sera, magari dopo una cena di lavoro, un appuntamento, un volo o un treno in ritardo o semplicemente una nottata in discoteca e non avere assolutamente voglia di struccarti ma solo di andare a dormire? Beh, sappi che è la peggiore delle abitudini. Niente come make up, smog e pori ostruiti‘regalano’ alla tua pelle 5 anni di più.

Siamo sempre portate a vedere il momento della detergenza come uno dei più scomodi da relegare alla sera, un gesto noioso da praticare in cinque minuti prima di coricarsi. Dovete invece sapere che la pulizia va considerata come il primo gesto quotidiano (anche se è l’ultimo) per mantenere giovane la pelle del viso.A 20, 30, 40 così come a 60 anni, (alcune di noi riescono a vivere di rendita grazie a buonissimi geni) una pelle pulita quotidianamente fa la differenza: splende, recepisce meglio gli attivi dei trattamenti successivi e si mantiene giovane. La vita frenetica della città, lo smog e il freddo che si avvicina sono i peggiori nemici del nostro viso. Il metabolismo cellulareinfatti si indebolisce e la produzione di tossine aumenta causando la perdita di tono e spessore della pelle che così invecchia prima del tempo. Ecco perché è indispensabile “rinnovare” la pelle del viso e aiutarla a rigenerarsi. E lo si può fare solo attraverso questo ‘piccolo’ gesto quotidiano.

Una domanda sorge spontanea: ‘Basta un’accurata detersione la sera per eliminare i residui di trucco?’ Assolutamente no. Occorre detergere l’epidermide del viso anche la mattina appena svegli. Se infatti prima di coricarsi è necessario rimuovere il make up che ha ostruito i pori durante tutto l’arco della giornata e hanno catalizzato le sostanze presenti nell’ambiente, appena svegli è necessario ripulire la pelle dall’eccesso di sebo e sudore accumulati durante la notte.

 

Oggi esiste una vastissima scelta di prodotti da utilizzare in base al tipo di pelle, a seconda dell’età e delle abitudini ma occorre fare attenzione alla zona perioculare perché è la più delicata e sensibile. Da tempo infatti le case cosmetiche si sono adoperate per realizzare e proporre alla clientela formule e texture specifiche per questa zona. Le più innovative sono le formule micellari e le bifasiche.

La caratteristica principale di questi ultimi prodotti è la presenza di un olio in grado di sciogliere anche il trucco più resistente e ostinato. Cosa che l’acqua da sola non può fare. Ecco perché gli struccanti bifasici sono composti da una parte acquosa che preserva l’idratazione e la tonicità della pelle e da una miscela di oli che ne potenziano l’utilizzo e sono in grado di rimuovere anche il make up waterproof.

make up artist suggeriscono di terminare la pulizia del viso con un tonico addolcente perché durante la fase di ‘de-make-up‘ le cellule superficiali si disidratano e il tonico permette la reidratazione dei tessuti.